Pubblicato in: oracolo

Itapiranga: con la morte di Benedetto XVI il diavolo si scatenerà?

Ascoltando alcune catechesi del veggente di Itapiranga Edson Glauber, si può supporre che papa Benedetto XVI sia davvero l’ultimo katéchon rimasto.

Il veggente di Itapiranga, Edson Glauber, ha riottenuto dal vescovo il permesso di diffondere i messaggi che riceve dal Cielo e a tenere delle conferenze in presenza del suo confessore. Attualmente si trova in Italia per qualche ciclo di catechesi nel nostro paese. Vi segnaliamo in modo particolare quello tenuto a Vigolo il 16 del mese corrente, in cui oltre che riportare un messaggio di Gesù, ha parlato di ciò che aspetta la Chiesa e l’umanità in un futuro forse non troppo lontano.

Il Veggente ha detto (dal minuto 22:00 al 24:00 del filmato sottostante):

«[…] Il demonio lavora tanto… il demonio non vuole la nostra felicità. Il demonio vuole distruggere tutto. La Madonna vuole fare il bene in mezzo a noi. Una volta la Madonna aveva detto che metteranno in silenzio i suoi profeti attuali: li faranno stare zitti, per non farli dire che vedono, che ascoltano Lei. Questi tempi… è adesso. Noi dobbiamo pregare tanto.

La Madonna mi ha detto che i tempi sono così difficili. Come che ho detto in Amazzonia, lo dico ora anche a voi: quello che ancora allontana un po’ il male, finché è vivo, è il papa Benedetto. Quando il papa Benedetto morire… povera umanità! Posso dire questo con tutto sincerità. Quando il papa Benedetto andare via… povera Chiesa e povera umanità! E noi dobbiamo pregare molto.  Come si chiama? Joseph. Arriva il mese di San Giuseppe… non si sa mai che San Giuseppe possa venire a prenderlo nel suo mese, o nel suo giorno…

E noi dobbiamo stare sempre preparati, come se fosse – la Madonna ha detto – gli ultimi giorni della nostra vita: nella grazia di Dio, ricevendo l’Eucarestia, confessandosi sempre e chiedendo la luce dello Spirito Santo. E ha detto in Amazzonia, davanti all’altare della vostra casa, baciare il pavimento tre volte e chiedere: “Signore, che io mai perda la mia fede nei momenti di prove difficili che arriveranno presto nel mondo”. […]».


Riportiamo questo commento a fondo articolo da una Lettera qui pubblicata, perché è…. da meditare, nei confronti anche di quanto dice Edson:

«E’ davvero da “non crederci”, ma ognuno di noi che ha esperienza dentro la Chiesa, non può che onestamente riconoscersi dentro l’essenza di questi fatti. Fatti che stiamo vedendo, anno dopo anno, concretizzarsi, animarsi, prendere vita e forma e tremo all’idea di cosa potrebbe accadere se Benedetto XVI dovesse morire.

Io penso che il Signore stia permettendo tutto questo primo perché ce lo meritiamo tutti e se lo meritano i vescovi italiani, decaduti uno dietro l’altro, in gravi compromessi. La fede, è venuta meno la fede!!!!

Secondo perché da anni siamo giunti ad un punto di non ritorno e per far tornare le cose al posto loro, è necessario che tutto il pus della piaga esca fuori.
Penso che Benedetto XVI stia facendo da “tappo”, morto lui la falsa chiesa prenderà il sopravvento interamente, le catacombe del nostro tempo si attiveranno sistematicamente, per chi vorrà

sopravvivere da cattolico, ma sarà anche l’inizio della vittoria del Cuore Immacolato di Maria.

Penso che questo sarà l’anno decisivo, questa lettera è stata provvidenziale. Grazie».

Annunci