Pubblicato in: oracolo

Attenzione: qualcosa di pauroso sta succedendo alla Terra. Parola di scienziato

Oggi vogliamo lasciarvi, per riflettere, l’allarmante notizia (noi la possiamo chiamare anche come profezia) di uno scienziato americano per nulla insignificante, il Dr. Michio Kaku, un uomo “tutto d’un pezzo” che insegna fisica teorica al City College di New York, ma ha insegnato anche alla New York University e all’Institute for Advanced Studies di Princeton, già noto per aver ospitato personalità del calibro di Albert Einstein.

La sconcertante notizia, l’avete già nel titolo, la trovate qui integrale, ed è per noi significativa perché si allaccia, veste se vogliamo dire, le profezie cattoliche, gli avvisi, i moniti ben descritti dalla Vergine Santa in molte Apparizioni, specialmente quelle riconosciute.

Ma ciò che ci ha incuriosito delle parole espresse dallo scienziato, non è l’allarme in sé al quale noi crediamo non certo per le buffonaggini degli ambientalisti o, concedetecelo, le farneticazioni ambientaliste contenute nella Laudato sì alla quale già un’altro scienziato esperto aveva dato triste risposta, vedi qui.

Ci hanno incuriosito queste parole del Dr.Michio, eccole: “Possiamo solo osservare, analizzare e creare un modello che può portare ad un dato teorico approssimativo, ma i cambiamenti in atto sono veloci e possiedono una azione violenta. Non so cosa succede alla Terra, ma tutti dobbiamo prepararci al peggio…“.

“Non so cosa succede alla Terra, ma tutti dobbiamo prepararci al peggio”… e se a dirlo è uno scienziato di fama mondiale, beh! non è il caso di sottovalutarlo. Noi infatti sappiamo e crediamo che SCIENZA E FEDE non sono affatto in contrasto fra loro e che la scienza è dono di Dio agli uomini, anche se spesso viene usata contro le Leggi di Dio, e viene abusata e strumentalizzata per fare altro. Quando ciò avviene non è che la “scienza diventa nemica di Dio”, ma che gli uomini usano dei talenti e dei doni di Dio per rivoltarsi contro di Lui.

Dunque, gli scienziati hanno capito bene che la questione climatica non è un fatto politico, ambientalista o una questione di discariche o di raccolte differenziate, o a causa di quante volte usiamo la macchina, se diesel o benzina…. semplicemente NON SANNO COSA STA ACCADENDO, ma qualcosa sta avvenendo per la quale però è dai tempi de La Salette e dopo – vedi qui, anche qui, e qui – che la Santa Madre di Dio, viene a noi per metterci in guardia, per avvisarci di “un imminente pericolo”.

Le profezie cattoliche riguardano spesso eventi naturali, il perché è chiarissimo e lo troviamo nel Vangelo: DIO HA SOTTO CONTROLLO TUTTO, Dio è il Padrone assoluto, il Creatore, il Re dell’Universo intero. Questo non significa che noi possiamo fare della natura, e delle sue leggi, quello che ci pare e piace…. vedi qui, perché è chiaro che ogni volta che l’uomo cerca di manomettere la natura o le sue leggi, inevitabilmente LA NATURA GLI SI RIBELLA!

Senza scadere nella New-Age o nel panteismo, o nell’ambientalismo, possiamo tranquillamente OSSERVARE che la Natura OBBEDISCE A QUALCUNO, è il caso di Gesù quando seda la tempesta, un brano oscurato e assente nella Laudato sì, il fatto è semplice: La natura, contaminata anch’essa dal Peccato Originale, si muove nel tempo causando i suoi disastri che diciamo infatti “naturali”, ma ciò che manca oggi di ricordare è che Gesù ci fece ben comprendere di essere il Padrone anche degli eventi naturali, e di poterli gestire: «Perché siete così paurosi? Non avete ancora fede?». E furono presi da grande timore e si dicevano l’un l’altro: «Chi è dunque costui, al quale anche il vento e il mare obbediscono?»(Mc.4,35-41).

E mentre gli scienziati, perciò, riconoscono umilmente di NON sapere che cosa sta accadendo, ma che qualche evento drammatico – naturale – ci sarà…. NOI SAPPIAMO CHE COSA E IL PERCHE’. Nel fare questi discorsi ci chiamano “apocalittici, profeti di sventura…”, quanta ridicolaggine!! E’ come etichettare il medico di “iella” perché ci ha diagnosticato una malattia mortale dandoci un tempo  limitato da vivere…

Ciò che sta accadendo è semplicemente questo di cui noi, umilmente, vi offriamo una “diagnosi” sincera e per nulla ideologica: questi moniti non sono uno spauracchio come l’orco delle favole per bambini, sono piuttosto innanzi tutto il livello al quale siamo arrivati, siamo noi gli artefici di queste profezie, siamo noi che ci confezioniamo i peggiori disastri. Le Profezie vengono a dirci il nostro “stato di salute” e come reagire, vengono a suggerirci come mettere rimedio.

“Se non vi convertirete accadrà questo e quello…”, non è il monito di qualche “sfigato iettatore”, ma la dura realtà per chi rema CONTRO le leggi divine. Se il medico dicesse: “guardi, se non la smette di fumare, o di mangiare in questo modo, o altro… LEI MUORE”, in molti lo ascoltiamo, cambiamo diete e regimi alimentari, lo sport diventa la cura, nuovi stili di vita più equilibrati diventano la speranza per una vita del corpo più salutare. Ebbene la stessa cosa accade PER L’ANIMA alla quale però non ci pensiamo più….

La Vergine Santissima da oltre due secoli appare e ci mette in guardia sullo stato di salute delle nostre Anime, perché mentre i corpi risorgeranno alla fine del mondo, quale dono ineffabile dell’Amore di Dio per le Sue Creature tutte, in qualsiasi punto o posto si troveranno marciti o inceneriti, l’Anima che sopravvive al corpo ha già una destinazione subito dopo la morte, e questa destinazione E’ SCELTA DA NOI, non da Dio…. Dio manderà l’Anima laddove l’Anima avrà scelto di andare: o con Lui o contro di Lui, non esiste un altro aldilà.

Ecco allora che il Signore stesso, in tutta la Scrittura, USA LA NATURA E IL SUO STATO – di cui è il Padrone assoluto – per parlarci, ammonirci, avvisarci, metterci in guardia, in una parola: se non ci convertiamo accadrà questo e quello. Gli eventi naturali sono perciò NATURALI, ma non vivono di “vita propria”… ogni meccanismo, insegnano gli scienziati RISPONDE A DELLE LEGGI NATURALI, la natura, spiegano, AGISCE IN MODO ORDINATO alla sua natura. Ecco perciò che Gesù può intervenire per sedare una tempesta, o la Vergine stessa quando viene, nel Nome del Figlio Divino, per FERMARE UN TERREMOTO, vedi qui, o a Fatima vedi qui.

Certo che senza dubbio alcuno ogni epoca ha visto le sue catastrofi ambientali, terremoti, cambiamenti climatici, tanto che alcune descrizioni spaventose le troviamo nelle omelie pubbliche di grandi Santi e Pontefici come San Leone e lo stesso San Gregorio Magno, ma appunto essi ne parlavano richiamando alla CONVERSIONE I SUPERSTITI di qualche calamità.

Guardiamo piuttosto il nostro tempo e abbiamo il coraggio di riconoscere che ce la stiamo mettendo tutta affinché il Cielo ci abbandoni completamente nei disastri degli eventi naturali! Dice infatti lo scienziato Michio: “Sebbene le condizioni meteorologiche estreme sono sempre stati parte dei cicli climatici della terra, ora possiamo vedere e dire senza mezzi termini che esiste una anomalia in questi cicli che portano ad una maggiore forza e intensità, oltre alla maggior frequenza di tali catastrofi climatiche. Questo è un chiaro segno infausto che l’approccio di una catastrofe globale sta aumentando ad un ritmo allarmante”.

C’è una ANOMALIA a quanto sta accadendo in natura, dice lo scienziato… è un chiaro segno infausto di una calamità incombente… ma noi sappiamo come evitarla, forse non potremo fermarla perché, diciamolo onestamente, i milioni di BAMBINI ABORTITI, tanto per fare un esempio chiaro e concreto, STANNO CHIEDENDO GIUSTIZIA E VENDETTA AL COSPETTO DI DIO… (Apoc.6,1-17) e siamo andati ben oltre di ciò che lo stesso Buon Dio può ancora tollerare, aspettando pazientemente che PENTITI ritorniamo a Lui, clicca qui, e qui cosa dice Gesù a Santa Faustina Kowalska.

Abbiamo superato tutti i limiti e forse non potremo più fermare alcune catastrofi che si prospettano scientificamente nel nostro orizzonte, tuttavia possiamo ancora limitarne i danni e limitare a noi stessi una fine dannata…. e non sarà certo con la raccolta differenziata, andando in bicicletta, o altro di ideologico-ambientalista, o con una enciclica che non osa ricordare agli uomini chi è il Creatore del mondo e Colui che seda le tempeste, no! CI VUOLE LA FEDE E LA CONVERSIONE TOTALE A CRISTO RE DELL’UNIVERSO! Ci vuole che diventiamo discepoli della LEGGE DI DIO senza i se, senza i ma! Senza compromessi, senza giustificazioni di vario genere. Ma di questo, i Pastori di oggi, non ne parlano più, non ammoniscono, non mettono in guardia le Anime.

Ricorda che: “No, non siamo diventati eterni, neppure nell’era dei prodigi tecnologici. Non ti inganni il lampeggiare delle spie colorate sui marchingegni elettronici. Non ti illudano i cosiddetti “trionfi” della medicina. Qui poco o niente è cambiato da venticinque secoli, dal tempo del salmo biblico: “Gli anni della nostra vita sono settanta/ottanta per i più robusti/passano presto e noi ci dileguiamo”. (Vittorio Messori).

L’eternità spetta prima all’anima, poi al corpo, per questo le Profezie si occupano e si preoccupano di salvarci l’Anima alla cui sorte, dopo, sarà associato il corpo risorto e immortale o all’Inferno per sempre, o in Paradiso per sempre.

Pubblicato in: oracolo

Dopo le tenebre ci sarà una Croce nel cielo. Le profezie sono pressoché concordi

È impressionante rilevare come molte profezie che riguardo i “tre giorni di buio” e la “Croce nel cielo” fatte da diversi mistici che non hanno avuto nessun tipo di contatto fra loro, siano pressoché concordi. Queste “coincidenze” sono troppe per essere trascurate da chi crede nei “segni dei tempi” e per chi è sollecitato a “non disprezzare le profezie” ma a fare il vero e  sano discernimento. Ma in che consisteranno questi tre giorni di buio, sarà un black-out elettrico oppure uno “solare”? Forse, chissà… oppure potrebbe trattarsi del tempo in cui nella Chiesa regnerà il buio del caos dottrinale, morale e liturgico fin dalla sua sommità? Del resto, solo un cieco può negare che la Chiesa sta vivendo il proprio Getsemani; ricordiamo infatti quello Gesù disse ai soldati giunti per arrestarlo e consegnarlo al Sinedrio: «Questa è l’ora delle tenebre» (cfr. Lc 22, 47-53).

Continua a leggere “Dopo le tenebre ci sarà una Croce nel cielo. Le profezie sono pressoché concordi”

Pubblicato in: oracolo

Riflettiamo su I tre giorni di buio

Cari Amici, non vogliamo ritornare esclusivamente sulla profezia in sé, quanto piuttosto darvi un maggiore aiuto alla sua comprensione. Le Profezie infatti, non vanno disprezzate, ci dice l’Apostolo, ma vanno comprese.  C’è chi, erroneamente, associa le profezie cristiane ad una sorta di palla di vetro attraverso la quale si “predice il futuro”. No! Non è propriamente così. La profezia cristiana è innanzi tutto UN MONITO. Dal Cielo il Signore Iddio sceglie i suoi profeti in terra e li istruisce  affinché avvertano gli uomini del loro stato di salute spirituale.

La maggior parte di queste profezie cristiane, infatti, possono cambiare lo stato delle cose “se gli uomini si convertiranno…”, altre invece dovranno semplicemente verificarsi, perché gli uomini non si sono convertiti.

Continua a leggere “Riflettiamo su I tre giorni di buio”

Pubblicato in: oracolo

La falsa “chiesa” colpisce ancora: censurata Itapiranga. Per “misericordia”…

Quanto sta accadendo ha dell’incredibile: laddove questa chiesa (minuscolo in questo caso, perché riteniamo si tratti della doppia chiesa vista da molti Santi e Beati come Anna Caterina Emmerick) elargisce e spande misericordia a buon mercato, senza mai parlare di CONVERSIONE e di abbandono del peccato, si manifesta invece rigida, severa e da regime nei confronti delle Apparizioni mariane.

Certo! Siamo consapevoli di quelle “prove” alle quali ogni credente è soggetto e deve sottoporsi in stato di obbedienza alla Chiesa, chiamata a “provare le anime e gli spiriti”, è la Chiesa che deve decidere infatti quando una Apparizione è autentica e, i Veggenti, devono lasciarsi guidare dalla Chiesa, per il loro ed anche nostro stesso bene. Quindi, sia ben chiaro che noi qui e da qui, siamo obbedienti alle decisioni prese dalla Chiesa in tutti i campi.

Continua a leggere “La falsa “chiesa” colpisce ancora: censurata Itapiranga. Per “misericordia”…”

Pubblicato in: oracolo

Il Papa Chiama all’Unità con i Protestanti nella Verità Cattolica? O nell’eresia Protestante?

ATTENZIONE: il video che vi proponiamo non è “cattolico”. Si tratta di una critica interna al mondo Pentecostale-Protestante-Evangelico a causa della amicizia dichiaratamente aperta tra Papa Francesco e il mondo moderno Pentecostale guidato, a quel tempo, dal vescovo Tony Palmer.

Genere: Documentario
Presentatore: Doug Batchelor
Produzione: “Amazing Facts”
Versione in Italiano: “Light Channel Italia” in collaborazione con “God Revelations”

Continua a leggere “Il Papa Chiama all’Unità con i Protestanti nella Verità Cattolica? O nell’eresia Protestante?”