Pubblicato in: oracolo

“Verrà il pontefice ambiguo…”, la profezia di padre Julio Meinvielle

Nel 1970 il teologo e sacerdote argentino, padre Julio Meinvielle (1905-1973) scriveva queste righe profetiche nel suo saggio “De la Cabala al Progresismo” (1970). Nella Conclusione, apag 448, scrive:

«Non c’è difficoltà a riconoscere che c’è una “chiesa propaganda” che possa esser conquistata dal nemico, convertendo così la Chiesa cattolica in chiesa gnostica.Si possono avere due chiese. Una propaganda che divulga (dottrine) attraverso vescovi, sacerdoti e teologi “propagandisti” e persino con un Pontefice di attitudine ambigua.

Padre Julio Meinvielle (1905-73)

L’altra Chiesa, del silenzio, con un Papa fedele a Gesù Cristo, al Suo insegnamento e con sacerdoti vescovi e fedeli che le siano obbedienti ,sparsi per tutta la terra come piccolo gregge (pusillus grex).

Questa seconda sarebbe la Chiesa delle Promesse, diversa dalla prima chiesa che potrebbe invece errare e trarre in errore. Ma (potrebbe verificarsi che…) uno stesso medesimo papa potrebbe presiedere entrambe le chiese, che esteriormente apparirebbero esser solo una. Questo papa, con attitudini ambigue, porterebbe a mantenere l’equivoco, perché da una parte professerebbe una dottrina inattaccabile e sarebbe capo della chiesa delle promesse, dall’altra parte produrrebbe fatti equivoci e persino riprovevoli.

Lui (il papa) apparirebbe come voler incoraggiare la sovversione e mantenere la chiesa gnostica in quella della propaganda. L’Ecclesiologia non ha studiato sufficientemente la possibilità di una ipotesi come questa proposta.

Però, pensandoci bene, la promessa di assistenza della chiesa, si riduce ad una assistenza che deve impedire all’errore di introdursi nella Cattedra Romana (di Pietro) e nella chiesa stessa e inoltre che la stessa chiesa non sia distrutta dai suoi nemici…».

(fonte: maurizioblondet.it)

Annunci