Pubblicato in: oracolo

Dopo le tenebre ci sarà una Croce nel cielo. Le profezie sono pressoché concordi

È impressionante rilevare come molte profezie che riguardo i “tre giorni di buio” e la “Croce nel cielo” fatte da diversi mistici che non hanno avuto nessun tipo di contatto fra loro, siano pressoché concordi. Queste “coincidenze” sono troppe per essere trascurate da chi crede nei “segni dei tempi” e per chi è sollecitato a “non disprezzare le profezie” ma a fare il vero e  sano discernimento. Ma in che consisteranno questi tre giorni di buio, sarà un black-out elettrico oppure uno “solare”? Forse, chissà… oppure potrebbe trattarsi del tempo in cui nella Chiesa regnerà il buio del caos dottrinale, morale e liturgico fin dalla sua sommità? Del resto, solo un cieco può negare che la Chiesa sta vivendo il proprio Getsemani; ricordiamo infatti quello Gesù disse ai soldati giunti per arrestarlo e consegnarlo al Sinedrio: «Questa è l’ora delle tenebre» (cfr. Lc 22, 47-53).

Continua a leggere “Dopo le tenebre ci sarà una Croce nel cielo. Le profezie sono pressoché concordi”

Pubblicato in: oracolo

Riflettiamo su I tre giorni di buio

Cari Amici, non vogliamo ritornare esclusivamente sulla profezia in sé, quanto piuttosto darvi un maggiore aiuto alla sua comprensione. Le Profezie infatti, non vanno disprezzate, ci dice l’Apostolo, ma vanno comprese.  C’è chi, erroneamente, associa le profezie cristiane ad una sorta di palla di vetro attraverso la quale si “predice il futuro”. No! Non è propriamente così. La profezia cristiana è innanzi tutto UN MONITO. Dal Cielo il Signore Iddio sceglie i suoi profeti in terra e li istruisce  affinché avvertano gli uomini del loro stato di salute spirituale.

La maggior parte di queste profezie cristiane, infatti, possono cambiare lo stato delle cose “se gli uomini si convertiranno…”, altre invece dovranno semplicemente verificarsi, perché gli uomini non si sono convertiti.

Continua a leggere “Riflettiamo su I tre giorni di buio”

Pubblicato in: oracolo

I tre giorni di buio: “Verrà dal Cielo un castigo su tutta la terra…”

Il blogger Francesco Colafemmina ha rilevato una notizia pressoché ignorata dalla grande stampa internazionale. Obama, presidente americano uscente, ha firmato un ordine presidenziale per preparare la popolazione del suo paese ad eventuali eventi legati al clima spaziale (tempeste elettromagnetiche, brillamenti solari, etc.). La firma è stata fatta il 13 ottobre, giorno dell’ultima apparizione della Madonna di Fatima e del miracolo del sole. Coincidenza? Non a nostro modesto parere. Riteniamo che stia per compiersi la famosa profezia sui tre giorni di buio della beata Anna Maria Taigi e di altri santi, di cui vi abbiamo parlato in precedenza (cliccare qui). L’umanità si trova ad un passo dal baratro. Viviamo in tempi peggiori persino di quelli del tempi del diluvio universale. All’epoca Dio mandò molti avvertimenti agli uomini affinché si convertissero, ma, come si suol dire, fecero orecchie da mercante e continuarono a bere e a divertirsi, insomma a peccare. Anche in questi giorni Dio ha mandato molti avvertimenti all’umanità prima del grande castigo. Cerchiamo di seguire l’esempio di Noè, il quale fu il solo che, all’epoca, non ignorò Dio e la sua Legge e fu salvato insieme alla sua famiglia. Anche noi, per essere salvati, dobbiamo entrare nell’arca che Dio ha voluto, ovvero la Chiesa cattolica. E la conversione è l’unico modo per entrarvi.

Continua a leggere “I tre giorni di buio: “Verrà dal Cielo un castigo su tutta la terra…””