Pubblicato in: oracolo

Davvero la Beata Vergine Maria scrisse una Lettera ai messinesi?

Cari Amici vogliamo condividervi una storia che, naturalmente, è molto legata alla Tradizione cattolica in Sicilia e non soltanto lì… Non vi chiediamo di CREDERE alla cieca perché ci troviamo davanti ad uno di quei “casi” in cui storia, legenda e devozione si intrecciano dando vita, però, ad una bellissima devozione mariana. Quando parliamo di “legenda” non significa automaticamente FALSO, ma che tra i fili della storia la legenda prende sempre aspetti veri, un fondamento vero e reale, per poi raccontarlo: legenda, appunto, ossia da leggere. Spetterà poi al Lettore cogliere gli elementi fondamentali per CREDERE, lodare e magnificare Dio.

Ricordiamo, infatti, che comunque la si voglia pensare: La Sacra Congregazione dei Riti, con Decreto del 12 settembre 1733, elesse la Madonna della Lettera quale patrona principale della città, fissandone l’Ufficio Divino e la Santa messa nell’ultima domenica di agosto. Ercole Michele Ajerbi d’Aragona, vescovo della Diocesi di Mileto, il 22 marzo 1734 concedeva 40 giorni d’indulgenza a tutti i sacerdoti di Palmi che, dopo le recita dell’Ufficio Divino, avessero letto devotamente la Lettera di Maria al popolo. Anche Papa Pio VI, in data 26 gennaio 1776, dette l’indulgenza; il pontefice Pio XI azionò direttamente da Roma-Castel Gandolfo il congegno messo a punto da Guglielmo Marconi, con il quale si accesero le luci che illuminarono la stele, l’iscrizione e l’aureola della Madonna. Venti anni dopo, il 16 settembre del 1954 la Statua fu solennemente incoronata dall’arcivescovo di Palermo Cardinale Ernesto Ruffini.

Continua a leggere “Davvero la Beata Vergine Maria scrisse una Lettera ai messinesi?”
Pubblicità
Pubblicato in: oracolo

Le apparizioni di Debora a Manduria non sono riconosciute

Veggente Debora di Manduria, non è riconosciuta!

«Le asserite esperienze mistiche sono da ritenersi non autentiche… per la non autentica rispondenza del contenuto dei presunti fenomeni ai criteri ecclesiali del culto alla Santa Madre di Dio».

In fondo all’articolo la bellissima Lettera di un Sacerdote che risponde agli interrogativi su questi temi….

La posizione dei vescovi della diocesi di Oria, a proposito dei fenomeni legati a Debora Moscogiuri (Marasco), è stata, nel corso degli anni, espressa attraverso Note e Dichiarazioni ufficiali, a cominciare dalla NOTA INFORMATIVA diffusa dalla Curia di Oria il 22 febbraio 2002, secondo la quale i fenomeni di cui Debora è protagonista “non sono degni di alcuna fiducia e credibilità, quanto piuttosto “spettacoli da baraccone” che illudono i fedeli e li allontano dalla vera fede”.
La Curia Vescovile di Oria, a proposito delle presunte apparizioni della Beata Vergine Maria, lacrimazioni di sangue o trasudazioni di olio da statue con al centro la signorina Debora Moscagiuri (o Marasco)afferma: “Nella suddetta signorina e nelle persone coinvolte, non vi è infatti alcun segno di comunione con la Chiesa, nè obbedienza al vescovo e al Magistero”.
Nella nota si nega, inoltre, l’autorizzazione a celebrare riti sacri o amministrare sacramenti nel luogo dove si verificherebbero le apparizioni: “Pertanto nessuno è autorizzato a celebrare riti sacri o amministrare sacramenti dove si verificherebbero le presunte apparizioni. Laddove risultano pellegrinaggi verso questi luoghi si istruiscano debitamente i fedeli”.
Successivamente, la curia vescovile di Albano, in occasione della presenza di Debora nel territorio della diocesi, come ospite di un istituto religioso per una riunione di preghiera, ha emanato, il 24 maggio 2006, un COMUNICATO in cui si invitano i fedeli a attenersi alla dichiarazione emanata nel 2002 da Mons. Marcello Semeraro, già vescovo della Diocesi di Oria.
Il 23 gennaio 2012 Mons. Vincenzo Pisanello, vescovo di Oria, confermando e portando a conclusione le direttive dei suoi predecessori pubblica una DICHIARAZIONE in cui ribadisce che “Le asserite esperienze mistiche sono da ritenersi non autentiche”, proibisce a Debora Marasco la divulgazione delle apparizioni o messaggi, pena l’interdetto latae sententiae. Proibisce ai sacerdoti e laici “qualsiasi atto di culto nei contesti che fanno riferimento alla signora marasco” e ai fedeli di aderire alle associazioni facenti capo alla veggente.

Continua a leggere “Le apparizioni di Debora a Manduria non sono riconosciute”
Pubblicato in: oracolo, strega

ATTENTI AI FALSI SIGILLI, ai falsi profeti e mistici…

🙏🤕 AVVISO PER TUTTI – Continuano a chiederci sul “sigillo dei viventi; sigillo del Dio vivente”, su Luz de Maria, sul Libro della verità (presunta e diabolica), i messaggi della madonna del mondo e di gesù cristo (volutamente in minuscolo) ebbene, speriamo che questa immagine sia di aiuto per tutti: lasciateli perdere e PREGHIAMO PER LORO, sono dei FALSI che seminano l’errore e la zizzania.🙏 Ave Maria

“Ecco, io ve l’ho detto…” (Mt.28,7); “…perchè sorgeranno falsi cristi e falsi profeti” (Mt.24,24)

Continua a leggere “ATTENTI AI FALSI SIGILLI, ai falsi profeti e mistici…”