Pubblicato in: oracolo

“Madonna che scioglie i nodi”: la sua storia e la Novena con la Supplica

La Madonna che scioglie i nodi e che, con un gioco di parole “lega”, appunto, Benedetto XVI e Papa Francesco in una tenera e profonda devozione mariana, al Suo Cuore Immacolato, e che noi qui vogliamo riscoprire ed offrire ai nostri lettori.

31 maggio 2021 – Giardini Vaticani – Alla conclusione del Mese di maggio, dedicato alla Beata Vergine Maria, il santo Padre Francesco ha presieduto alla recita del Santo Rosario. Al termine – il Papa – ha incoronato l’immagine della Madonna che scioglie i nodi, posandole sul Capo una corona benedetta.

Facciamo ora un piccolo passo indietro.

Il singolare e suggestivo dipinto (si vedano le immagine a fine articolo) non presenta la consueta immagine della Madonna con il Bambino, bensì la Vergine Immacolata nel suo stato di Assunta in Cielo che schiaccia la testa del serpente mentre è intenta a sciogliere, con le sue mani, nodi da un nastro sorretto da due Angeli. Posto al suo fianco uno dei due Angeli porge alla Madonna il nastro aggrovigliato di nodi piccoli e grandi. Dall’altro lato il nastro, in cui si rispecchiano la luce della misericordia e della salvezza divina, scivola ormai liscio nelle mani dell’Angelo che lo mostra con uno sguardo eloquente al fedele la cui preghiera è stata ascoltata, il cui nodo è stato sciolto per l’intercessione, le mani di Maria. Maria che scioglie i nodi è tanto una devozione mariana quanto un dipinto a olio su tela, realizzato intorno al 1700. Il dipinto fu confezionato nella Chiesa St. Peter am Perlach (Augusta – città Bavarese) su commissione di un nobile prelato e canonico dottore.

Altra particolarità è che questa devozione non scaturisce da una specifica apparizione, ma bensì da un profondo insegnamento patristico e da un fatto prodigioso. Proveremo ora a districare il “nodo” storico dei fatti e a quell’essenziale che ci ricollega oggi a Papa Francesco, passando anche da Benedetto XVI, gli unici due Papi devoti a questo quadro. Una devozione nata come ex voto nel cuore della Baviera, anche se poco conosciuta, alla quale appunto, la famiglia di Ratzinger era devota e l’allora sacerdote Bergoglio, ancor prima di diventare vescovo mentre era in Germania per gli studi di teologia, scoprendone la piccola storia, ne rimase affascinato tanto da “portarla” con sè in Argentina diffondendone il culto e la devozione. Anzi, diventato vescovo fece costruire un grande Santuario in suo onore nel 1996. Così mentre in Europa si riscopriva questa devozione dopo l’elezione di Ratzinger a Sommo Pontefice, oggi Papa Francesco, riporta la Madonna che scioglie i nodi non solo in prima linea, ma proprio nel suo magistero pontificio, incorandola Regina.

La particolarità di questa devozione possiamo definirla veramente provvidenziale specialmente oggi che, possiamo dirlo senza timore di essere smentiti, troppi “nodi” ci tengono sempre più schiavi non solo del mondo, ma di molti nostri difetti, incapaci oramai di scioglierli da soli.

Dicevamo del fatto prodigioso: “l’ultimo sabato del mese, il giorno 28 Settembre del 1615, il prete gesuita Jakob Rem stava pregando di fronte all’immagine della Vergine Maria Nostra Signora della Neve che si trovava nella cappella del Monastero, e durante il rituale di azione solenne, sollevando il nastro matrimoniale (della famiglia che era entrata in difficoltà e per la quale si stava pregando) si sciolsero tutti i nodi facendolo diventare liscio, e il bianco nastro produsse una lucentezza tanto intensa che la tavolozza di nessun pittore non poteva mai riprodurre. Con questo gesto, la coppia evitò il divorzio e il matrimonio continuò…”

e la tela nasce così da un  ex-voto e pensate un pò, perchè la Vergine Santa aveva salvato, ricomposto un matrimonio in difficoltà…..

Come neo-arcivescovo appena eletto, Bergoglio ne consolidò il culto elevando un Santuario in suo onore e continuando a inaugurare cappelle servendosi persino dell’effige della Madonna che scioglie i nodi, quale personale ‘biglietto da visita’.

Il legame con la Famiglia Ratzinger è presto detto e raccontato soprattutto dal compianto fratello di Benedetto XVI, il Reverendo Padre Georg Ratzinger. I loro genitori erano affezionati a questa devozione in modo molto discreto, anche se, per la devozione popolare e di visita al Santuario era per loro la Madonna nera di Altötting – vedi qui –  mentre, il ricorrere alla Madonna che scioglie i nodi era, per i coniugi Ratzinger, un modo molto personale per superare ogni ostacolo della vita familiare, così trasmessa altrettanto in modo discreto ai tre figli. Divenuto Papa, Benedetto XVI in diverse occasioni raccontò ed accennò a questa devozione e per molti fu la prima volta che si sentì parlare della “Madonna che scioglie i nodi”.

L’immagine iconografica e il gesto di Maria pronta a sciogliere ogni nodo, sono assai carichi di significati allegorici più ampi, sottolineati e suggeriti da Bergoglio stesso che rimanda alle parole di sant’Ireneo di Lione nella sua opera Adversus haereses e riportate nella Costituzione dogmatica conciliare sulla Chiesa Lumen gentium: «Volle il Padre delle misericordie che l’accettazione della predestinata Madre precedesse l’incarnazione, perché così, come una donna aveva contribuito a dare la morte, una donna contribuisse a dare la vita… ‘Il nodo della disobbedienza di Eva ha avuto la sua soluzione con l’obbedienza di Maria; ciò che Eva legò con la sua incredulità, la Vergine Maria sciolse con la fede‘».

Maria, dunque, era ed è presente in ogni tempo come scioglitrice dei nodi della colpa e dei mali.

  • «Tutti – ripeteva spesso il cardinale Bergoglio – abbiamo nodi nel cuore, mancanze, e attraversiamo difficoltà. Il nostro Padre buono, che distribuisce la grazia a tutti i suoi figli, vuole che noi ci fidiamo di Lei, che le affidiamo i nodi dei nostri mali, i grovigli delle nostre miserie che ci impediscono di unirci a Dio, affinché Lei li sciolga e ci avvicini a suo figlio Gesù. Questo è il significato dell’immagine».

In basso al centro del quadro è rappresentata la scena biblica di Tobia: il giovane israelita, in viaggio per raggiungere colei che diventerà la propria sposa, è guidato dall’arcangelo Raffaele e accompagnato dal proprio cane, simbolo della fedeltà di Dio. Sul capo, Maria ha una corona di dodici stelle, simbolo di trionfo e di vittoria. Il numero dodici è tradizionalmente ricco di simboli: essendo il prodotto di tre (la Trinità) per quattro (l’umanità), indica la perfetta unione tra umano e divino. Dodici sono le tribù d’Israele, dodici gli apostoli scelti da Gesù. La corona richiama anche il capitolo 12 dell’Apocalisse, in cui si presenta la visione della lotta tra la donna il drago. Il manto azzurro di Maria rappresenta la trascendenza, la vita divina, Maria “piena di grazia”.. La tunica rossa della Vergine vuole indicare la sua totale sottomissione alla volontà del Padre che ha reso possibile l’Incarnazione del Figlio. Gli Angeli sono servitori di Dio e custodi del cammino dell’uomo (Esodo 23, 20-22). A destra si vede un angelo che porge a Maria un nastro con nodi di tutti i tipi. Con il suo sguardo ci vuole dire di non dubitare anche se i nodi sono molti e difficili. All’altro lato, il sinistro, tra la luce della misericordia e della salvezza divina, un altro angelo riceve un nastro che scivola liscio tra le sue mani: ciò significa che la preghiera del fedele è stata ascoltata e che il nodo è stato sciolto per intercessione di Maria.

Un pensiero che Bergoglio, diventato ora Pontefice, ritorna a proporre a chiunque voglia ascoltarlo (in bene), così si è espresso infatti per l’ora mariana in san Pietro il 12 ottobre del 2013 alla presenza della venerata statua della Madonna di Fatima, in occasione della conclusione dell’Anno della Fede:

  • “Ecco il “nodo” della disobbedienza, il “nodo” dell’incredulità. Quando un bambino disobbedisce alla mamma o al papà, potremmo dire che si forma un piccolo “nodo”. Questo succede se il bambino agisce rendendosi conto di ciò che fa, specialmente se c’è di mezzo una bugia; in quel momento non si fida della mamma e del papà. Voi sapete quante volte succede questo! Allora la relazione con i genitori ha bisogno di essere pulita da questa mancanza e, infatti, si chiede scusa, perché ci sia di nuovo armonia e fiducia. Qualcosa di simile avviene nel nostro rapporto con Dio. Quando noi non lo ascoltiamo, non seguiamo la sua volontà, compiamo delle azioni concrete in cui mostriamo mancanza di fiducia in Lui – e questo è il peccato -, si forma come un nodo nella nostra interiorità. E questi nodi ci tolgono la pace e la serenità. Sono pericolosi, perché da più nodi può venire un groviglio, che è sempre più doloroso e sempre più difficile da sciogliere.
  • Ma alla misericordia di Dio – lo sappiamo – nulla è impossibile! Anche i nodi più intricati si sciolgono con la sua grazia. E Maria, che con il suo “sì” ha aperto la porta a Dio per sciogliere il nodo dell’antica disobbedienza, è la madre che con pazienza e tenerezza ci porta a Dio perché Egli sciolga i nodi della nostra anima con la sua misericordia di Padre. Ognuno di noi ne ha alcuni, e possiamo chiederci dentro al nostro cuore: quali nodi ci sono nella mia vita? “Padre, i miei non si possono sciogliere!”. Ma, questo è uno sbaglio! Tutti i nodi del cuore, tutti i nodi della coscienza possono essere sciolti. Chiedo a Maria che mi aiuti ad avere fiducia nella misericordia di Dio, per scioglierli, per cambiare? Lei, donna di fede, di sicuro ci dirà: “Vai avanti, vai dal Signore: Lui ti capisce”. E lei ci porta per mano, Madre, Madre, all’abbraccio del Padre, del Padre della misericordia”.

Non è casuale che gli ultimi Pontefici siano tutti profondamente mariani e tutti, entrambi, risoluti nel ribadirlo attraverso il loro specifico Magistero. Non c’è Papa nella storia della Chiesa che non ci abbia offerto materiale succulento per fidarci di Maria Santissima..

Cari Amici, non perdiamo queste opportunità che ci vengono offerte davvero su un piatto d’argento. Riscopriamo anche questa preziosa Devozione ed affidiamo al Rosario di Maria tutti i nostri nodi.

O Madonna fermiamoci qui! Mi affido pienamente corpo e anima a Te; e Tu preoccupati della mia salvezza. Così sia“. (Sant’Alfonso M. dè Liguori)


Novena alla Madonna che scioglie i nodi

E’ bene dire che la novena a Maria che scioglie i nodi è conosciuta anche come la “Novena che sconfigge il diavolo”, come del resto il santo Rosario ed altre preghiere a Maria! Infatti, secondo quanto raccontato dall’esorcista cappuccino padre Cipriano de Meo, è stato lo stesso demonio, durante un esorcismo, a confessare che fu quella novena – recitata dalla moglie di un marito posseduto – a distruggere il piano omicida verso il povero sfortunato. Da quel momento l’esorcista consigliò a tutti i suoi “pazienti” di pregare Maria “che scioglie i nodi” e fare questa particolare novena, con il santo Rosario, anche come “preghiera di liberazione”, perchè distrugge i piani del demonio.

(attenti alle imitazioni non approvate. Essendone diverse in circolazione, di novene, vi offriamo quella che abbiamo ritenuto più incline alla sana devozione mariana impartita dalla Chiesa.)

“Qualcuno”, poi, ha introdotto la modalità di SPEZZARE il Rosario per fare la Novena tra la fine della terza decina e prima delle due ultime decine, purtroppo questo “metodo” non ha alcun riscontro nella pia pratica del santo Rosario che non va mai interrotto… Non sappiamo chi lo abbia “ordinato” e noi preferiamo attenerci alle modalità richieste dalla Beata Vergine Maria, in materia di recita del Santo Rosario, senza interruzioni.

Di conseguenza a ciò, si faccia la Novena che segue, O PRIMA DELLA RECITA DEL SANTO ROSARIO O SUBITO DOPO.

Come recitare la Novena:

 Fare il segno della Croce

Recitare l’atto di contrizione: Atto di doloreMio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i tuoi castighi, e molto più perché ho offeso te, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa. Propongo con il tuo santo aiuto di non offenderti mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, misericordia, perdonami.

. Confessarsi se consapevoli o dubbiosi di essere in stato di peccato grave.

Chiedere perdono per i nostri peccati e impegnarsi a non commetterli più.

PRIMO GIORNO

+ Santa Madre mia amata, Santa Maria, che Sciogli i “nodi” che opprimono i tuoi figli, stendi le tue mani misericordiose verso di me. Ti do oggi questo “nodo”(nominarlo se possibile..) e ogni conseguenza negativa che esso provoca nella mia vita. Ti do questo “nodo” che mi tormenta, mi rende infelice e mi impedisce di unirmi a Te e al tuo Figlio Gesù Salvatore. Ricorro a te Maria che scioglie i nodi perchè ho fiducia in te e so che non hai mai disdegnato un figlio peccatore che ti supplica di aiutarlo. Credo che tu possa sciogliere questi nodi perchè sei mia Madre. So che lo farai perchè mi ami con amore eterno e se ciò è conforme alla volontà divina. Grazie Madre mia amata.

“Maria che scioglie i nodi” prega per me.

Pensiero della giornata: Chi cerca una grazia, la troverà nel Cuore di Maria

PREGHIERA A MARIA CHE SCIOGLIE I NODI (da recitarsi ogni giorno nella Novena)

+ Vergine Maria, Madre del bell’Amore, Madre che non ha mai abbandonato un figliolo che grida aiuto, Madre le cui mani lavorano senza sosta per i suoi figlioli tanto amati, perchè sono spinte dall’amore divino e dall’infinita misericordia che esce dal Tuo cuore volgi verso di me il tuo sguardo pieno di compassione. Guarda il cumulo di “nodi” della mia vita. Tu conosci il mio dolore. Sai quanto mi paralizzano questi nodi Maria. O Madre incaricata da Dio di sciogliere i “nodi” della vita dei tuoi figlioli, ripongo il nastro della mia vita nelle tue mani. Nelle tue mani non c’è un “nodo” che non sia sciolto. Madre Onnipotente, con la grazia e il tuo potere d’intercessione presso tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, ricevi oggi questi “nodi”. Per la gloria di Dio ti chiedo di scioglierli e di scioglierli per sempre. E a Voi Angeli Santi, tutta la Coorte Celeste, chiedo d’intercedere per me e per quanti si sono raccomandati alle mie preghiere. Offerite alla Vergine Santa questi nodi ed implorate per noi il definitivo loro scioglimento.

Maria, che scioglie i nodi, prega per me. Così sia!

SECONDO GIORNO

+ Maria, madre molto amata, piena di grazia, il mio cuore si volge oggi verso di te. Mi riconosco peccatore e ho bisogno di te. Non ho tenuto conto delle tue grazie a causa del mio egoismo, del mio rancore, della mia mancanza di generosità e di umiltà.

Oggi mi rivolgo a te, “Maria che scioglie i nodi” affinchè tu domandi per me, a tuo Figlio Gesù la purezza di cuore , il distacco, l’umiltà e la fiducia. Vivrò questa giornata con queste virtù. Te le offrirò come prova del mio amore per te. Ripongo questo “nodo” (nominarlo se possibile..) nelle tue mani perché tu sai come questo nodo mi impedisce di vedere la gloria di Dio.

“Maria che sciogli i nodi” prega per me.

Pensiero della giornata: Maria offrì a Dio ogni istante della sua vita, anche io devo fare lo stesso

TERZO GIORNO

+ Madre mediatrice, Regina del cielo, nelle cui mani sono le ricchezze del Re, rivolgi a me i tuoi occhi misericordiosi. Ripongo nelle tue mani sante questo “nodo” della mia vita (nominarlo se possibile…), e tutto il rancore che ne risulta. Dio Padre, ti chiedo perdono per i miei peccati. Aiutami ora a perdonare ogni persona che consciamente o inconsciamente, ha provocato questo “nodo”. Grazie a questa decisione Tu potrai scioglierlo. Madre mia amata davanti a te, e in nome di tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, che è stato tanto offeso, e che ha saputo perdonare, perdono ora queste persone..(si faccia qualche secondo di silenzio) e anche me stesso per sempre. O Madre dolcissima! ti ringrazio perchè sciogli nel mio cuore il “nodo” del rancore e della vendetta e che umilmente oggi consegno a te per sempre. Amen.

Maria che sciogli i nodi” prega per me.

 Pensiero del giorno: Chi vuole le grazie si rivolga a Maria. Si preghi per la Famiglia

QUARTO GIORNO

+ Santa Madre mia amata, che accogli tutti quelli che ti cercano, abbi pietà di me. Ripongo nelle tue mani questo “nodo” (nominarlo se possibile..). esso come vedi mi impedisce di essere felice, di vivere in pace, la mia anima è paralizzata e mi impedisce di camminare verso il mio Signore e di servirlo. Sciogli questo “nodo” della mia vita, o Madre mia. Chiedi a Gesù la guarigione della mia fede paralizzata che inciampa continuamente nelle pietre del mondo. Cammina con me, Madre mia amata, perchè sia consapevole che queste pietre sono in realtà degli amici; cessi di mormorare e di lamentarmi e impari a rendere grazie per le dure prove della vita, a sorridere in ogni momento, perchè ho fiducia in te.

Maria che sciogli i nodi” prega per me.

Pensiero del giorno: Maria è il sole e tutto il mondo benefica del suo calore, pregare per i poveri peccatori

QUINTO GIORNO

+ “Madre che scioglie i nodi” generosa e piena di compassione, mi volgo verso di te per rimettere, una volta di più, questo “nodo” nelle tue mani (nominarlo se possibile..). Ti chiedo la sapienza divina, perchè io riesca alla luce dello Spirito Santo a sciogliere questo cumulo di difficoltà. Nessuno ti ha mai vista adirata, al contrario, le tue parole sono così piene di dolcezza che si vede in te lo Spirito Santo. Liberami dall’amarezza, dalla collera e dall’odio che questo “nodo” mi ha causato. Madre mia amata, dammi la tua dolcezza e la tua saggezza, insegnami a meditare nel silenzio del mio cuore e così come hai fatto il giorno della Pentecoste, intercedi presso Gesù perchè riceva nella mia vita lo Spirito Santo e per tua intercessione, lo Spirito di Dio venga su di me.

Maria che sciogli i nodi” prega per me.

 Pensiero del giorno: Maria è onnipotente per grazia presso Dio, pregare per tutti i sacerdoti

SESTO GIORNO

+ Regina di misericordia, ti do questo “nodo” della mia vita (nominarlo se possibile..) e ti chiedo di darmi un cuore che sappia essere paziente finchè tu sciolga questo “nodo”. Insegnami ad ascoltare la Parola del tuo Figlio, a confessarmi, a comunicarmi, perciò resta con me, o Madre Benedetta! Prepara il mio cuore a festeggiare con gli Angeli e i Santi la grazia che tu mi stai ottenendo.

Maria che sciogli i nodi” prega per me.

Pensiero del giorno: Sei bellissima Maria e nessuna macchia è in te. Lodare Dio per il dono di Maria e della Chiesa

SETTIMO GIORNO

+ Madre purissima, mi rivolgo oggi a te: ti supplico di sciogliere questo “nodo” della mia vita (nominarlo se possibile...) e di liberarmi dall’influenza del male. Dio ti ha concesso un grande potere su tutti i demoni. Oggi rinuncio ai demoni e a tutti i legami che ho avuto con loro. Proclamo che Gesù è il mio unico Salvatore e il mio unico Signore. O “Maria che scioglie i nodi” schiaccia la testa del demonio. Distruggi le trappole provocate da questi “nodi” della mia vita. Grazie Madre tanto amata. Signore Gesù, per l’Amore che nutri verso la Tua Madre, liberami con il Tuo Prezioso Sangue!

Maria che sciogli i nodi” prega per me.

 Pensiero del giorno: Sei la gloria di Gerusalemme, o Maria, sei l’onore del nostro popolo. Ringraziare Gesù per averci donato la Madre mentre Egli moriva sulla Croce, e pensava a noi

OTTAVO GIORNO

+ Vergine Madre di Dio, ricca di misericordia e tesoriera di ogni dono divino, abbi pietà di me, tuo figliolo e sciogli i “nodi” (nominarlo se possibile..) della mia vita. Ho bisogno che tu mi visiti, così come hai fatto con Elisabetta. Portami Gesù, portami lo Spirito Santo. Insegnami il coraggio, la gioia, l’umiltà e come Elisabetta, rendimi piena di Spirito Santo. Voglio che tu sia mia Madre, la mia Regina e la mia consigliera. Ti do il mio cuore per entrare nel Tuo Cuore Immacolato e tutto ciò che mi appartiene lo consegno a Te: la mia casa, la mia famiglia, i miei beni esteriori e interiori. Ti appartengo per sempre. Mettimi tu in condizione di fare tutto ciò che Gesù mi dirà di fare.

Maria che sciogli i nodi” prega per me.

Pensiero del giorno: Camminiamo pieni di fiducia verso la Gerusalemme Celeste. Preghiamo per tutte le Anime del Purgatorio affidandole a Maria

NONO GIORNO (in questo ultimo giorno si ringrazia per una qualsiasi grazia ricevuta da Maria. Imparare a vedere anche ciò che sembra non vedersi)

+ Madre Santissima, nostra Avvocata, tu che sciogli i “nodi” vengo oggi a ringraziarti di aver sciolto questo “nodo” (nominarlo se possibile..) nella mia vita. Conosci il dolore che mi ha causato. Grazie Madre mia amata, Ti ringrazio perchè hai sciolto spesso i tanti “nodi” della mia vita, anche se molte volte non me ne sono accorto. Avvolgimi con il tuo manto d’amore, proteggimi, illuminami con la tua pace.

Maria che sciogli i nodi” prega per me.

Pensiero del giorno: Prega per noi Santa Madre di Dio, rendici degni delle promesse del Cristo Tuo Figlio

Si conclude l’ultimo giorno con la:

SUPPLICA ALLA MADONNA CHE SCIOGLIE I NODI

+ Santa Maria, Madre di Dio, tu che sei stata donna e madre, tu che hai risposto a Dio: «Sia fatta la tua volontà», infondi la tua forza, la forza della tua fede e del tuo amore. Vergine Maria, oggi vengo a te con il cuore pieno di sofferenze. Vengo a dolermi per le mie sofferenze fra le braccia della Madre che ci ascolta sempre, che sopporta tutto, che crede tutto. Credi, Madre mia, credi nel mio dolore, nelle mie angosce. Che cosa non farebbe una madre per il figlio suo? Che cosa non faresti tu, Maria, Madre mia, per me? Ti chiedo solo di ascoltarmi. Che le mie suppliche giungano fino a te. Presentale al tuo amato Figlio. Intercedi per me.

Affinché possa a mia volta dire: «Signore, sia fatta la tua volontà», rendimi capace, o Maria, di accogliere il disegno di Dio sulla mia vita. La mia mano nella tua, o Maria, guidami, proteggimi, sciogli il groviglio dei problemi che mi soffocano. Vergine potente, solo tu puoi liberarmi, solo tu puoi sciogliere questi nodi.

All’infuori di te e di tuo Figlio, non ho nessuno che possa liberarmi dal male che mi opprime. Perché noi uomini vacilliamo giorno dopo giorno sul nostro cammino, imbrigliati nelle reti dell’orgoglio, dell’amor proprio, dell’incomprensione, della mancanza di carità e di solidarietà. È per questo che ricorro a te. Maria, Madre mia: liberami e togli i nodi che mi impediscono di essere felice, di avvicinarmi a te e a tuo Figlio. La mia preghiera trasformi il mio cuore di pietra e mi permetta di sperare in quella Gloria eterna dove tu ci attendi per dare gloria ed onore alla Santissima Trinità.

Maria, ascolta la mia preghiera. Così sia.

1Pater, Ave e Gloria…

P. J. R. Celeiro – Imprimatur – N.O. Ad. di Parigi – 20/1/2008


PER CHI VOLESSE PARTECIPARE AI CENACOLI DI PREGHIERA “APOSTOLI DI MARIA”

https://pietropaolotrinita.org/ – referente, Daniela

canale YouTube di Preghiera e notiziario: PietroPaolo Trinita

pagina di Facebook Apostoli di Maria – referente, Daniela

per i Cenacoli di Preghiera gruppi whatsapp: 366 2674 288  – referenti Massimiliano e Daniela

SCARICA QUI IL TUTTO IN FORMATO PDF