Pubblicato in: oracolo

Il messaggio della Vergine di Marienfried

A Marienfried, in Baviera, la Vergine apparve tre volte alla veggente Barbara.

Dopo averle affidato un segreto, la Madonna disse a Barbara:

“Il mondo deve bere fino all’ultima goccia il calice dell’ira divina a causa degli innumerevoli peccati dai quali viene offeso il suo Cuore. La Stella dell’Abisso s’infurierà sempre più ferocemente e farà sempre maggiori distruzioni, perché sa che il suo tempo è breve, e perché vede che ormai molte anime si sono schierate sotto il mio Segno”.

La Vergine di Marienfried.
La Vergine di Marienfried.

La Madonna entra chiaramente nel discorso escatologico, preannunciando gli ultimi tempi, quelli in cui con maggior forza il demonio scatenerà il suo attacco, sapendo che è ormai prossimo alla sconfitta. Sono i tempi in cui i due contendenti, la Madonna e il Dragone, andranno formando le rispettive schiere della Luce e delle Tenebre. Si può cogliere qui un diretto riferimento agli “apostoli degli ultimi tempi” di cui parla San Luigi Maria Grignion de Montfort, indicando coloro che la Vergine si sceglierà per guidare l’umanità fedele nella lotta contro il Male. E proprio di questi apostoli la Madonna parla:

“Su costoro la Stella non ha potere alcuno, anche se ne potrà uccidere molti. Ma sono appunto queste vittime a me offerte che accresceranno la mia potenza, e condurranno il piccolo resto degli eletti alla vittoria per Cristo. Alcuni hanno già accettato di lasciarsi imprimere il mio Segno, e il loro numero aumenterà continuamente”.

Gli “apostoli degli ultimi tempi” sono coloro che hanno scelto Dio, che hanno scelto la Madonna. A essi potrà esser richiesto un sacrificio, ma dal loro sacrificio nasceranno nuovi cristiani, come dice la terza parte del segreto di Fatima quando presenta l’immagine degli angeli che raccolgono il sangue dei martiri e con essi irrorano le anime dei credenti per irrobustirne la fede nel momento della prova.

“A voi Io voglio dire, miei figlioli diletti: non dimenticate che proprio nei giorni più sanguinosi questa Croce è una grazia, e ringraziate sempre il Padre per questa grazia! Pregate e sacrificatevi per i peccatori! Offrite, per mezzo mio, voi stessi e ogni vostra azione al Padre! Mettetevi totalmente a mia disposizione! Recitate il Rosario! Non chiedete tante grazie d’ordine materiale! Ora si tratta di pregare per qualcosa che vale molto di più”.

Queste parole delle Madonna obbligano a una vera e propria conversione, cioè a un cambiamento di prospettiva radicale. Non si tratta più di pregare il Rosario per le nostre esigenze individuali, bensì di offrirsi interamente alla volontà di Dio attraverso la Madonna, pronti ad accogliere la croce come mezzo per ottenere la grazia divina, soprattutto disposti a “pregare per qualcosa che vale molto di più”, cioè per il compimento dei piani di Dio nella storia della salvezza dell’uomo.

“Non aspettatevi né segni, né miracoli! Io voglio agire nel nascondimento, come la Grande Mediatrice di grazie! È la pace del cuore che Io voglio concedervi, se però voi farete ciò che Io vi chiedo. La pace dei popoli potrà essere costruita solo su questa pace. Poi Cristo regnerà su tutti i popoli come Re di Pace”.

Questo invito a non aspettarsi segni eclatanti è un’esortazione a guardare con gli occhi della fede al mondo, per scorgere in esso già ora i segni dei tempi e per cogliere le tracce dei miracoli che la divina grazia va continuamente operando nel cuore degli uomini.

“Io non posso manifestare adesso la mia potenza nel vasto mondo. Ora devo ritirarmi assieme ai miei figli.Io compirò miracoli nel segreto delle anime, finché il numero delle vittime sarà completo. Dipende da voi abbreviare i giorni delle tenebre. Le vostre preghiere ed i vostri sacrifici distruggeranno l’immagine della Bestia. Allora Io mi potrò manifestare al mondo intero a gloria dell’Onnipotente.Scegliete il mio Segno, affinché presto il Dio Uno e Trino sia adorato ed onorato da tutti”.

A mano a mano che ci si addentra negli ultimi tempi, si scatena il combattimento finale contro il demonio. Questo combattimento, del quale sappiamo già l’esito, poiché Cristo ha vinto per sempre il demonio con la Sua Resurrezione, viene portato avanti anzitutto nel segreto, attraverso le anime che la Madonna sceglie imprimendo in esse il proprio segno, ovvero la conformazione al Suo Divin Figlio. Sarà una battaglia che richiederà grande disponibilità e spirito di sacrificio: i servi di Maria dovranno affidarLe la propria vita, le proprie intenzioni di preghiera, e disporsi a essere vittime riparatrici, ovvero a soffrire per tutte quelle anime che, altrimenti sarebbero perse.

Barbara, come richiestole dal parroco, chiede alla Vergine di dare un segno visibile, affinché gli uomini prestassero fede al Suo messaggio. La Madonna risponde:

“Io darò i segni solo se gli uomini eseguiranno la mia volontà. Allora Io compirò dei miracoli molto più grandi di quanto non ne abbia mai fatto, e precisamente miracoli nelle anime. Io ho già dato spesso dei segni esteriori, e molte persone sono venute qui soltanto per questi segni esteriori. Ci troviamo di fronte a un tempo in cui tutti coloro che credono solo ai segni esteriori saranno ingannati. I segni saranno per loro solo un motivo di maggior responsabilità (…). Là dove gli uomini riconosceranno e seguiranno il mio messaggio, là Io farò i primi e più grandi miracoli, che saranno però visibili solo ai miei figli diletti, perché essi si compiranno solo nel nascondimento”.


Consacrazione quotidiana a Maria

O Maria, tu sei la grande mediatrice delle grazie. Tu, concepita Immacolata: io ti consacro il mio cuore e tutto me stesso.  / Io mi consacro a Gesù, il tuo Divin Figlio, che si è offerto al Padre come vittima di espiazione per noi. Voglia egli concedere, per la tua intercessione e per l’amore dello Spirito Santo, la vera pace al mondo. / Esaudisci la mia preghiera, tu che sei la Sposa dello Spirito Santo, la Madre del Figlio di Dio, tu che sei la Madre di tutti gli uomini. Amen.

(Sabrina Farina, Le apparizioni di Marienfried. Un messaggio profetico, Shalom 2005)

Annunci